Bloody Mary cocktail

Bloody Mary cocktail

Curiosità: Il Bloody Mary cocktail nasce a Parigi, nel 1920 dalla mente di Ferdinand Petiot. L’inventore del Bloody Mary lo ha concepito all’ Harry’s Bar, dove lavorava. Viene considerato un cocktail per “riprendersi”, alcuni lo catalogano come rimedio dopo sbronza.

Ingredienti:
– 3 cl di vodka
– 6 cl di succo di pomodoro
– 1 cl di succo di limone
– 1 goccia di tabasco
– 2 gocce di salsa worcestershire
– gambo di sedano, sale, pepe

Preparazione: In un bicchiere old fashioned o in un tumbler alto con del ghiaccio, versare tutti gli ingredienti mescolare bene. Decorare con un gambo di sedano o con una fetta di pomodoro e servire il Bloody Mary cocktail.

Utilizzo: Il Bloody Mary cocktail è nato come aperitivo, ed è l’uso che se ne fa tuttora. Un’altra cosa per la quale è consigliato il Bloody Mary è il rinvigorimento. Questo suo effetto è detto “pick me up”. Il suo sapore è particolare ed è sconsigliato dopo cena.

Lascia un commento